“Al Vicoletto”, la cucina siciliana nel centro di Cosenza

Linguine alici e finocchietto

Avete avuto la fortuna di lavorare in Sicilia e vi siete innamorati della cucina siciliana? Siete stati in vacanza nella grande isola e avete nostalgia dei sapori e dei piatti tipici di Catania o Palermo? State tranquilli: “Al Vicoletto” a Cosenza troverete tanti piatti siciliani. Le origini dello chef non mentono e la realizzazione dei primi e secondi piatti è davvero straordinaria.

Tutto dipende dal periodo in cui deciderete di pranzare o cenare a uno dei tanti ristoranti ubicati nel centro di Cosenza. “Al Vicoletto” è aperto ormai da tantissimi anni, è una garanzia di successo e soprattutto di cordialità. Il rapporto che instaurano chi si occupa del servizio con i clienti è meraviglioso. Vi troverete bene come se stesse mangiando a casa con i familiari o amici.

Dicevamo dei piatti e in particolare della cucina siciliana. Ebbene, l’offerta è ampia. Ad iniziare dalla parmigiana di pesce spada, il cui abbinamento con le melanzane è possibile trovarlo anche con i pacchetti e i pomodorini freschi. Ma v’è di più. Perché se il mercato del pesce dà la possibilità di acquistare il pesce bandiera, più comunemente conosciuto come pesce spatola, potete scegliere di ordinare un tortino di pesce spatola alla beccafico.

E poi alici ripiene sempre alla beccafico oppure alla tropeana con cipolla rossa di tropea e pomodoro e dulcis in fundo degli ottimi involtini di pesce spada. E ancora: paccheri alla norma con melanzane fritte, pomodoro e ricotta o linguine con alici, pinoli e finocchietto. E una varietà di specialità di pesce e carne che sono i capisaldi della cucina del “Vicoletto”.

Non dimentichiamo infine i piatti della cucina tradizionale calabrese: ottima varietà di minestre, fusilli alla cosentina con ragù di salsiccia oppure cavatelli con funghi e salsiccia. E proprio i funghi porcini sono “il must” del periodo autunnale.

Qualità/prezzo più che buona.

GIUDIZIO: POSITIVO

1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (No Ratings Yet)
Loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *