Festività natalizie, come mantenersi in forma senza rinunciare alla buona cucina

Festività natalizie, come mantenersi in forma senza rinunciare alla buona cucina

Le feste si avvicinano e con esse anche le grandi abbuffate a tavola. Siamo continuamente sommersi da leccornie dolci e salate a cui è difficile rinunciare. Le tavole nei giorni di festa ci propongono più alternative per antipasti, primi, secondi, contorni e dolci. Rinunciare ad assaggiare tutti i piatti diventa allora impossibile ed a feste ultimate ci troviamo a fare i conti con la bilancia.

Qual è allora il segreto per salvare la linea senza rinunciare ai piatti della tradizione?

Vediamo insieme alcuni step da rispettare:

  • Se siamo noi a preparare i cibi.
  • Prepariamo il soffritto con del vino bianco, evitando olio e burro: con il calore il vino evapora e perde il suo valore calorico, ma rende saporiti aglio e cipolla.
  • Riduciamo il sale e preferiamo  verdure e spezie per insaporire e colorare i nostri piatti: curry, zafferano, rosmarino, pepe, pomodorini, sedano ecc.
  • Diminuiamo i condimenti grassi e utilizziamo al loro posto alternative fantasiose e altrettanto gustose: succo di limone o di arancia, semi, capperi e sottaceti per carne e pesce; aceto o limone per le verdure.
  • Preferiamo le cotture al vapore, al forno o alla piastra rispetto al fritto.

Già in questa prima fase avremo ridotto notevolmente il contenuto calorico delle pietanze.

  • Meglio la qualità che la quantità

Una cosa è sicura: non possiamo mangiare tutto ma proprio tutto se vogliamo restare in forma. Meglio quindi fare delle scelte prima di sedersi a tavola. La nostra scelta può essere dettata dal gusto oppure possiamo decidere di prediligere le pietanze inusuali e tipiche del giorno di festa e di rinunciare a patatine, salumi e formaggi che possiamo trovare comunemente sulle tavole.

  • Una volta seduti a tavola non facciamoci mai mancare abbondanti caraffe di acqua.
  • Evitiamo bibite gassate e zuccherate. Preferiamo piuttosto un buon bicchiere di vino rosso o bianco e limitiamo spumante e super alcolici al brindisi.
  • Accompagniamo sempre le pietanze principali con una buona quantità di verdura cotta o cruda (aumenteranno il nostro senso di sazietà). 
  • Il momento dei dolci: una grande tentazione.
  • Evitiamo di accompagnare i dolci con creme, cioccolata e farcitura varie.
  • Prendiamo una piccola porzione di frutta secca e candita ed allontaniamo il cestino.
  • Se a tavola poi c’è l’irresistibile torrone, preferiamo allora quello senza cioccolata, meglio se duro in modo che la masticazione ci impegni di più.
  • A tavola per mangiare, ma non solo.

Ricordiamoci che la tavola è soprattutto convivialità. Cerchiamo perciò di spostare la nostra attenzione sulla conversazione, evitando così che il cibo diventi la priorità.

 IN ULTIMO ALCUNI CONSIGLI GENERALI

  • Non saltare mai i pasti e gli spuntini prima del grande evento, aiuterà a non arrivare affamati al cenone.
  • Se proprio vogliamo assaggiare tutte le pietanze in tavola facciamolo, ma a piccole dosi.
  • Evitiamo sempre di fare il bis.
  • Incrementiamo l’attività fisica.

Buone feste a tutti!

Teresa Loria

Mi chiamo Teresa Loria. Mi sono laureata (con lode) alla facoltà di scienza della nutrizione magistrale presso l’università della calabria. Lavoro come biologa nutrizionista presso il mio studio e sono iscritta all’ordine nazionale dei biologi. Sono specializzata in alimentazione in gravidanza ed allattamento ed in disturbi del comportamento alimentare. Oltre alle normali visite in studio mi occupo da più di un anno di percorsi riabilitativi su persone affette da DCA, lavorando in collaborazione con altri specialisti. Ho tenuto dei corsi teorico-pratici per professionisti della nutrizione. Ho modificato il menu di alcuni asili privati e con essi abbiamo creato un percorso fatto di giochi, per far capire ai bambini ed ai genitori l’importanza della sana alimentazione. Collaboro con una squadra di calcio a 5 per la modifica dei pasti prima e dopo l’allenamento. Nel 2015 ho presentato il mio lavoro di tesi al convegno Nanosmat tenutosi a Manchester nella sezione nano-medicine e nano-biotechnology con il titolo “Adsorption and release of gemcitabine on novel mesoporous zeolite crystals”. Ho da sempre pensato che la prevenzione comincia a tavola e che una sana alimentazione che non comporta particolari rinunce sia alla base della nostra salute. Per scoprire tutti i consigli e le curiosità che ho in serbo per voi seguite i miei interventi!

1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (No Ratings Yet)
Loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *